Top
Online-Shop Registrazione rapida

Tematiche - Misure cautelari per la tutela dell’acqua potabile

299.1.085 / V1

1 Introduzione

L’acqua potabile è la nostra risorsa alimentare più importante ed è di vitale rilevanza per ogni individuo. Scopo di qualunque installazione eseguita a regola d’arte è garantire la qualità ottimale dell’acqua potabile. Un aspetto fondamentale a tale riguardo consiste nellʼevitare che l’acqua potabile possa essere contaminata dai relativi riflussi.

La tipologia e l’entità delle misure cautelari da adottare dipende, da un lato, dalle condizioni costruttive, dall’altro tuttavia anche dalla pericolosità del fluido che potrebbe rifluire. In tal senso si distinguono cinque categorie di fluidi, rispetto ai quali è possibile garantire un’adeguata protezione attraverso relativi dispositivi specifici. Informazioni dettagliate in merito sono disponibili in particolare nel complemento della direttiva W3/C1 della SSIGA ma anche in altre fonti.

La decisione finale sull’idoneità di un dispositivo di protezione spetta agli enti di certificazione che verificano la rubinetteria prima dell’omologazione – e ai fornitori di acqua locali che autorizzano l’inizio dei lavori ed eseguono il collaudo conclusivo.

Il presente documento illustra, in sintesi, i diversi dispositivi di protezione e i criteri da osservare per una relativa scelta corretta. Gli esempi proposti servono a chiarire quale dispositivo di protezione è adatto per ciascun caso e a cosa occorre prestare particolare attenzione.