Online-Shop Registrazione rapida

Istruzioni di montaggio - Therm-Control-Set di regolazione

Top

299.0.892 / V4

3 Descrizione del prodotto

3.1 Struttura

1

Therm-Control-Termostato ambiente (56020)

2

Therm-Control-Unità di base di regolazione (56010)

3

Therm-Control-Cavo piatto (56015)

4

Valvola di sfiato (56040)

5

Therm-Control-Sensore di temperatura a contatto (56014), per la misurazione della temperatura di mandata

6

Therm-Control-Valvola di scarico (56063)

7

Collettore di mandata (56040)

8

Therm-Control-Misuratore di portata (56060)

9

Therm-Control-Punto di misurazione della temperatura (56012)

10

Therm-Control-Sensore di temperatura di ritorno (56013)

11

Collettore di ritorno (56040)

12

Therm-Control-Attuatore (56011)

13

Therm-Control-Modulo Wi-Fi (56030)

14

Therm-Control-Amplificatore segnale (56021)

15

Therm-Control-Modulo KNX (56034)

A

Ritorno

B

Mandata

Compra ora

3.1.1 Livelli di allestimento

Therm-Control può funzionare in 4 livelli di allestimento.

Livello di allestimento 1 – Regolazione tramite stadio di potenza senza termostato ambiente

Il livello di allestimento 1 comprende i seguenti componenti principali:

  • Therm-Control-Collettore di riscaldamento (1)

  • Therm-Control-Unità di base di regolazione (2)

Livello di allestimento 2 – Regolazione della temperatura tramite termostato ambiente

Il livello di allestimento 2 comprende i seguenti componenti principali:

  • Therm-Control-Collettore di riscaldamento (1)

  • Therm-Control-Unità di base di regolazione (2)

  • Therm-Control-Termostato ambiente (3)

Livello di allestimento 3 – Regolazione della temperatura con termostato ambiente tramite LAN/Wi-Fi locale

Il livello di allestimento 3 comprende i seguenti componenti principali:

  • Therm-Control-Collettore di riscaldamento (1)

  • Therm-Control-Unità di base di regolazione (2)

  • Therm-Control-Termostato ambiente (3)

  • Therm-Control-Modulo Wi-Fi (4)

Livello di allestimento 4 – Regolazione della temperatura con termostato ambiente tramite Internet

Il livello di allestimento 4 comprende gli stessi componenti principali del livello di allestimento 3 e consente un accesso, protetto da password, da tutto il mondo alle impostazioni del sistema. Il livello di allestimento 4 consente di riunire svariate unità di base di regolazione in un unico oggetto.

Compra ora

3.2 Funzione

Therm-Control è un sistema di regolazione elettronica della temperatura di un singolo ambiente per impianti di riscaldamento a pavimento con uno o più collettori. Dal livello di allestimento 3, il sistema può essere impiegato in un campo di regolazione da 5 a 30 °C in associazione a impianti di riscaldamento a pavimento anche per il raffreddamento.

Per la regolazione dinamica continua, Therm-Control tiene conto di cinque parametri:

  • Temperatura di mandata

  • Temperatura di ritorno

  • Temperatura ambiente

  • Differenza fra valore impostato ed effettivo della temperatura ambiente

  • Temperatura di controllo

Ciò consente un bilanciamento permanente, con una velocità di reazione doppia rispetto alle regolazioni standard.

Commutazione automatica tra riscaldamento a raffreddamento

Grazie al controllo della temperatura di mandata, Therm-Control è in grado di passare automaticamente dalla modalità di riscaldamento a quella di raffreddamento. La temperatura sulla mandata viene controllata e la regolazione passa rispettivamente alla modalità riscaldamento o raffreddamento. A tal fine è necessario un aggiornamento del software alla versione 3.7-4.60 o superiore.

3.2.1 Principio di funzionamento

Oltre alla temperatura ambiente vengono misurate la temperatura di mandata e quella di ritorno. Se la temperatura effettiva nell’ambiente è inferiore alla temperatura impostata, tutti i circuiti di riscaldamento dell’ambiente sono aperti per fornire il massimo calore disponibile. A tale scopo viene costantemente misurata la temperatura di ritorno di tutti i circuiti di riscaldamento dell’ambiente. Al raggiungimento di una definita differenza tra temperatura effettiva e temperatura impostata nell’ambiente (temperatura di controllo), il circuito con la massima temperatura di ritorno viene chiuso.

 img
Confronto tra curve di regolazione

La temperatura di controllo viene rilevata automaticamente dal sistema durante il funzionamento per evitare un’oscillazione verso l’alto. Questa temperatura varia in funzione dell’ambiente e del pavimento – e viene calcolata individualmente sulla base dei diversi parametri di regolazione.

Grazie a questa procedura di controllo viene ridotta al minimo l’oscillazione della curva di regolazione verso l’alto e verso il basso. L’allineamento dei circuiti di riscaldamento viene effettuato per tutti gli ambienti. In tal modo viene assicurato il bilanciamento termico permanente di tutti i circuiti di riscaldamento. I tempi di ritardo vengono drasticamente abbassati.

I misuratori di portata nel collettore di mandata devono essere completamente aperti.

L’allineamento idraulico manuale è sostituito dal bilanciamento idraulico permanente tramite il sistema.

Possibili influssi esterni di disturbo vengono compensati dal sistema di regolazione.

Gli influssi esterni possono, ad esempio, consistere in:

  • Dimensioni diverse dei tubi

  • Distanze di posa

  • Lunghezze dei circuiti di riscaldamento

  • Altezze diverse dei massetti

  • Pavimentazioni

  • Rivestimenti con tappetti o elementi di arredamento

  • Oscillazioni della temperatura di mandata

  • Temperatura esterna

  • Fonti di calore esterne (ad esempio luce solare attraverso le finestre)

3.2.2 Funzioni dei livelli di allestimento

I 4 livelli di allestimento di Therm-Control si differenziano come segue nella gamma delle loro funzioni:

Livello di allestimento 1

Regolazione tramite stadio di potenza senza termostato ambiente

L’unità di base regola gli attuatori tramite uno stadio di potenza – i termostati ambiente non vengono installati.

Therm-Control controlla la portata esclusivamente tramite il bilanciamento della temperatura di mandata e di ritorno. La temperatura ambiente dipende direttamente dalla temperatura di mandata e può quindi oscillare. Gli stadi di potenza da 1 a 10 vengono regolati direttamente sul sensore di temperatura di ritorno del circuito di riscaldamento.

La regolazione della temperatura per mezzo degli stadi di potenza è indicata per ambienti < 6 m², senza l’uso di termostati ambiente.

Con la versione software 3.7-4.60, il raffreddamento è possibile già a partire dal livello di allestimento 1.

Livello di allestimento 2

Regolazione della temperatura tramite termostato ambiente

Nel caso della regolazione della temperatura tramite termostato ambiente, l’unità di base di regolazione converte la temperatura ambiente desiderata (temperatura impostata), unitamente alla temperatura di controllo e alle altre grandezze di controllo, in impulsi di regolazione per l’attuatore del circuito di riscaldamento assegnato, tenendo conto della temperatura impostata ed effettiva nonché della temperatura di mandata e di ritorno del circuito di riscaldamento.

Livello di allestimento 3

Utilizzo dell’unità di base di regolazione tramite un modulo Wi-Fi/LAN locale

Accesso a tutte le impostazioni di sistema tramite software di comando su un terminale Wi-Fi compatibile, con collegamento diretto dell’unità di base di regolazione al modulo Wi-Fi. Mediante il collegamento diretto al modulo Wi-Fi, il software di comando consente il controllo individuale di ogni unità di base di regolazione. A partire da questo livello è possibile definire profili di riscaldamento individuali per ogni circuito di riscaldamento. La messa in servizio avviene tramite PC, notebook o tablet (la messa in servizio tramite smartphone non è possibile a causa delle dimensioni dello schermo).

A partire dal livello di allestimento 3 e dalla versione software 3.7-4.60 sono possibili i seguenti comandi:

  • Tramite Modbus TCP/IP

  • Tramite KNX con il Therm-Control-Modulo KNX (56034)

Le seguenti funzioni possono essere impostate e visualizzate con il software di comando:

  • Stadio di potenza

  • Temperatura ambiente «impostata» ed «effettiva»

  • Temperatura di mandata

  • Profili di riscaldamento (giorno/notte)

  • 6 temperature di attivazione al giorno in modalità riscaldamento

  • 2 temperature di attivazione al giorno in modalità raffreddamento

  • Limitazione delle temperature ambiente regolabili caldo/freddo

  • Attivazione funzione assenza

  • Attribuzione di priorità ambiente

  • Analisi a lungo termine della temperatura di mandata

  • Diagnosi dei guasti

Le impostazioni possono essere protette con una password.

Livello di allestimento 4

Comando di più unità di base di regolazione tramite Internet, registrazione su connect.nussbaum.ch.

Dopo l’integrazione del modulo Wi-Fi nella rete domestica è possibile accedere, da tutto il mondo con cifratura e password, alle impostazioni di sistema dell’unità di base di regolazione. Il livello di allestimento 4 consente di riunire svariate unità di base di regolazione in un unico progetto.

Compra ora

3.2.3 Commutazione automatica tra riscaldamento a raffreddamento

Grazie al controllo della temperatura di mandata, Therm-Control è in grado di passare automaticamente dalla modalità di riscaldamento a quella di raffreddamento. La temperatura sulla mandata viene controllata e la regolazione passa rispettivamente alla modalità riscaldamento o raffreddamento. A tal fine è necessario un aggiornamento del software alla versione 3.7-4.60 o superiore.

3.3 Caratteristiche prodotto

Therm-Control è caratterizzato dalle seguenti caratteristiche e funzioni:

  • Messa in servizio semplificata senza bilanciamento idraulico manuale

  • Risparmio di energia grazie a un sistema di riscaldamento intelligente

  • Configurazione protetta da password delle singole unità di base di regolazione

  • Elaborazione di profili di riscaldamento individuali con max. 6 temperature di attivazione al giorno per ogni ambiente

  • Collegamento di max. 12 attuatori per ogni unità di base di regolazione

  • Semplice rappresentazione e accesso a tutte le funzioni tramite menu a video

  • Commutazione automatica tra riscaldamento e raffreddamento mediante controllo della temperatura di mandata (disattivato per impostazione predefinita)

  • Commutazione automatica tra riscaldamento e raffreddamento mediante contatto change-over tramite box relais

  • Controllo di una pompa esterna tramite richiesta di calore

  • Integrazione nel sistema di gestione dell’edificio con modulo KNX e interfaccia Modbus TCP/IP

  • Funzioni comfort:

    • Limitazione delle temperature ambiente regolabili sui termostati ambiente

    • Funzione assenza con abbassamento della temperatura

    • Protezione dal raffreddamento del pavimento, anche in caso di riscaldamento ambiente attraverso fonti di calore esterne quali soleggiamento, camino ecc.

    • Attribuzione di priorità a singoli ambienti nelle fasi di riscaldamento

    • Analisi sul lungo periodo delle temperature di mandata, per l’ottimizzazione delle impostazioni di sistema

    • Sistema di diagnosi dei guasti

Compra ora

3.4 Descrizione dei componenti

3.4.1 Therm-Control-Unità di base di regolazione

L’unità di base di regolazione 56010 serve per comandare gli attuatori e i termostati ambiente – e costituisce l’elemento centrale nell’installazione di Therm-Control.

L’unità di base di regolazione può controllare un massimo di 12 attuatori e 8 termostati ambiente. Oltre tale numero è necessaria una seconda unità di base.

1

Alimentatore

2

Presa cavo piatto per sensore di temperatura di ritorno

3

Presa sensore di temperatura a contatto (mandata)

4

Presa sensore punto di rugiada

5

Presa modulo Wi-Fi

6

Attacco per box relais (opzionale)

7

Presa per box relais (opzionale)

8

Pila a bottone CR2032

9

Tasto reset

10

Blocco corpo

11

Tasto <ok>

12

Tasto <connect>

13

LED di stato [connect]

14

LED di stato [status]

15

Parte superiore corpo

Compra ora

3.4.2 Therm-Control-Punto di misurazione della temperatura

Il Therm-Control-Punto di misurazione della temperatura 56012 è preposto all’alloggiamento del sensore di temperatura di ritorno ed è montato sul ritorno del circuito di riscaldamento sul collettore.

1

Raccordo per collettore di ritorno (Eurocono)

2

Sonda a immersione come punto di contatto per sensore di temperatura

3

Raccordo per tubo di riscaldamento (Eurocono)

Compra ora

3.4.3 Therm-Control-Sensore di temperatura di ritorno

Il Therm-Control-Sensore di temperatura di ritorno 56013 viene inserito sul Therm-Control-Punto di misurazione della temperatura 56012. Viene effettuato il cablaggio tra l’attuatore assegnato, i sensori di temperatura di ritorno, gli altri circuiti di riscaldamento e l’unità di base di regolazione. Il sensore di temperatura di ritorno trasmette sia la temperatura di ritorno all’unità di base di regolazione sia il segnale di regolazione all’attuatore. Se la distanza tra due Therm-Control-Sensori di temperatura di ritorno è superiore si può impiegare il Therm-Control-Cavo piatto 56015.

1

LED

2

Tasto

3

Cavo piatto per sensore di temperatura di ritorno (3b) / unità di base di regolazione (3a)

1

Presa sensore di temperatura di ritorno adiacente

2

Presa per attuatore

3

Presa per cavo di allacciamento all’unità di base di regolazione o al sensore di temperatura di ritorno adiacente

4

Punto di misurazione sensore di temperatura

Compra ora

3.4.4 Therm-Control-Attuatore

Il Therm-Control-Attuatore 56011 apre e chiude il circuito di riscaldamento. I relativi segnali vengono trasmessi via cavo dall’unità di base di regolazione.

1

Indicatore posizione valvola (aperta/chiusa)

2

Corpo con unità elettronica

3

Connettore per sensore di temperatura di ritorno

4

Raccordo testa della valvola

Compra ora

3.4.5 Therm-Control-Termostato ambiente (opzionale)

Il Therm-Control-termostato ambiente 56020 serve per impostare la temperatura ambiente desiderata con trasmissione radio (868 MHz) alla Therm-Control-Unità di base di regolazione 56010 e per visualizzare la temperatura ambiente attuale. Con il termostato ambiente è possibile comandare un massimo di 12 attuatori. La portata radio nell’edificio è di circa 25 metri. La portata può essere estesa tramite un massimo di due amplificatori di segnale. 👉 Therm-Control-Amplificatore di segnale (opzionale)

1

Corpo

2

Tasto <+>

3

Tasto <–>

4

Display digitale

5

LED [set]

6

LED [connect]

7

Display

1

Vani batteria

2

Presa per contatto finestra

3

Presa 6.5 V per collegamento alimentatore

4

Passacavo

Compra ora

3.4.6 Therm-Control-Supporto tavolo (opzionale)

Il Therm-Control-Supporto tavolo 56024 è un supporto mobile per il termostato ambiente. Per ottenere il massimo comfort nel locale, il termostato ambiente con il supporto tavolo può essere posizionato nella comfort zone.

Il termostato ambiente può essere montato senza attrezzi sul supporto tavolo.

Compra ora

3.4.7 Therm-Control-Sensore punto di rugiada (opzionale)

Il Therm-Control-Sensore punto di rugiada 56031 serve quando il Therm-Control funziona in modalità di raffreddamento. In presenza di un livello critico di umidità nella cassetta di revisione, il sistema disattiva la potenza di raffreddamento impedendo così la formazione di condensa sui componenti.

Compra ora

3.4.8 Therm-Control-Modulo KNX (opzionale)

Il Therm-Control-Modulo-KNX 56034 viene utilizzato per integrare il Therm-Control in un sistema KNX e consente di comandare fino a 5 unità di base di regolazione con un massimo di 12 circuiti e fino a 8 termostati ambiente per ogni unità di base di regolazione.

Compra ora

3.4.9 Therm-Control-Cavo di allacciamento del contatto finestra (opzionale)

Tramite il Therm-Control-Cavo di allacciamento del contatto finestra 56032 è possibile collegare un contatto finestra esistente a un termostato ambiente. Se la finestra viene aperta, i circuiti di riscaldamento/raffreddamento nel locale interessato vengono impostati in modalità stand-by tramite Therm-Control (la protezione antigelo è garantita). In questo modo si risparmia energia e si protegge il locale in questione da possibili danni.

Compra ora

3.4.10 Therm-Control-Modulo Wi-Fi (opzionale)

Il Therm-Control-Modulo-Wi-Fi 56030 permette l’utilizzo di funzionalità avanzate come l’aggiunta di profili di riscaldamento, la definizione di temperature di abbassamento, la limitazione dei valori impostati sul termostato ambiente 56020 oppure l’attivazione della modalità raffreddamento. Il modulo Wi-Fi può essere opzionalmente collegato al router Wi-Fi domestico per poter accedere all’unità di base di regolazione dall’esterno.

Compra ora

3.4.11 Therm-Control-Amplificatore di segnale (opzionale)

Il Therm-Control-Amplificatore di segnale 56021 serve ad ampliare la portata radio per un massimo di 8 termostati ambiente. I termostati ambiente comunicano con l’unità di base di regolazione attraverso la frequenza radio 868 MHz. Se, all’aumentare della distanza tra gli apparecchi, il segnale radio diventa troppo debole, per stabilizzarlo si possono inserire 1 o al massimo 2 amplificatori nel collegamento radio. Possono essere registrati al massimo 2 amplificatori di segnale contemporaneamente in parallelo per ogni unità di base di regolazione.

La portata dell’amplificatore di segnale nell’edificio è di circa 25 metri.

Per l’amplificatore di segnale è necessaria un’alimentazione elettrica di 230 V.

Compra ora

3.4.12 Therm-Control-Box relais (opzionale)

1

Estremità cavo a 2 poli

2

Estremità cavo con connettore

3

Corpo con passacavo

Il Therm-Control-Box relais 56016 consente il collegamento di contatti a potenziale neutro e la commutazione automatica tra modalità di riscaldamento e raffreddamento.

Il box relais offre due funzioni:

  • Contatto change-over: Quando si passa dalla modalità di riscaldamento a quella di raffreddamento, detta anche change-over, il controllo della temperatura ambiente può essere collegato al generatore di calore o di freddo.

  • Contatto esterno: Il contatto esterno può essere utilizzato per commutare apparecchi (ad esempio pompe dei circuiti di riscaldamento). Il circuito elettrico viene chiuso quando si apre un attuatore di un’unità di base di regolazione.

A ogni unità di base di regolazione deve essere collegato un box relais.

Compra ora