Online-Shop Registrazione rapida
Top

299.1.050 / V2

4 Soluzioni di protezione antincendio Nussbaum

L’assortimento della Nussbaum è conforme ai requisiti di protezione antincendio vigenti e dispone delle relative certificazioni. L’uso di soluzioni integrate riduce al minimo gli oneri di progettazione e montaggio.

  • I tubi Optipress-Aquaplus sono realizzati in metallo e sono pertanto incombustibili. Non necessitano di ulteriori misure di protezione antincendio. Nei punti di passaggio attraverso compartimenti tagliafuoco, tuttavia, è necessario realizzare attraversamenti di pareti e soffitti resistenti al fuoco 👉 Attraversamenti di pareti e soffitti con apertura, 👉 Attraversamenti di pareti e soffitti con perforazione.

  • La posa deve avvenire nell’osservanza dei requisiti termotecnici.

  • Nel caso dei tubi in plastica multistabili Optiflex, negli attraversamenti di compartimenti tagliafuoco vanno generalmente previsti sistemi di compartimentazione per tubazioni (ad esempio manicotti antincendio), 👉 Passaggi e attraversamenti di linee.

  • Per le tubazioni che passano attraverso sistemi di parete Optivis riconosciuti dall’AICAA non sono necessarie misure di protezione.

4.1 Sistema d’installazione Optivis-Tec

Per il sistema d’installazione Optivis-Tec sono disponibili le seguenti certificazioni antincendio dell’AICAA:

EI 60: Certificazione n. 31666

👉 Parete divisoria Optivis-Tec 240 mm

👉 Parete divisoria Optivis-Tec 330 mm

EI 90: Certificazione n. 31298

👉 Parete divisoria Optivis-Tec 240 mm

👉 Parete divisoria Optivis-Tec 330 mm

EI 60: Certificazione n. 31670

👉 Preparete Optivis-Tec 150 mm

EI 90: Certificazione n. 31668

👉 Preparete Optivis-Tec 220 mm

EI 90: Certificazione n. 17980

Optivis-Tec

4.1.1 Protezione antincendio orizzontale e verticale EI 60 e EI 90 con parete divisoria Optivis-Tec

Le pareti divisorie Optivis-Tec sono state sottoposte a prova di resistenza al fuoco presso l’organo di certificazione SIPIZ (Schweizerisches Institut für Prüfung | Inspektion | Zertifizierung) conformemente a EN 1363-1 e a EN 1364-1 – e hanno raggiunto una resistenza al fuoco EI 90.

Le strutture con una resistenza al fuoco EI 90 soddisfano anche i requisiti per le classi di resistenza al fuoco EI 60 e EI 30.

La parete divisoria Optivis-Tec può essere impiegata anche come parete non portante tra due compartimenti tagliafuoco.

Sistema di parete per installazioni di impianti idrosanitari

Altezza

Larghezza

Profondità

Protezione antincendio verticale/orizzontale

Parete divisoria Optivis-Tec

5 m

illimitata

240 mm

EI 60-RF1

EI 90-RF1

Parete divisoria Optivis-Tec

5 m

illimitata

≥ 330 mm

EI 90-RF1

4.1.1.1 Parete divisoria Optivis-Tec 240 mm

EI 60: Certificazione n. 31666

EI 90: Certificazione n. 31298

Requisiti per la parete divisoria:

  • Rivestimento su entrambi i lati (18 mm)

  • Componenti idrosanitari su entrambi i lati

  • Cassette di scarico sfalsate

  • L’attraversamento può essere aperto sia verso l’alto sia verso il basso

  • Le aperture nel pavimento e nel soffitto sono riempite con granulato di lana di roccia (non consigliabile dal punto di vista dell’isolamento acustico)

  • Altezza = 5 m

  • Larghezza = illimitata

  • Profondità = 240 mm

 img
Parete divisoria Optivis-Tec 240 mm con rivestimento su entrambi i lati.

1

Scatola lavabo sotto muro per Optivis

 img
Vista dettagliata sezione parete divisoria 240 mm

1

Rivestimento con pannelli GKBI 18 mm (H2; su entrambi i lati)

2

Zona di isolamento (flocculazione su entrambi i lati)

3

Area di installazione (flocculazione inclusa)

La zona di isolamento deve sempre essere di almeno 40 mm.

info-icon

Le condutture singole orizzontali (ad esempio Pex) possono passare anche nella zona di isolamento per evitare la conduttura verticale.

Lo spessore dell’area di installazione dipende dallo spessore della parete. La misura minima dell’area di installazione ammonta a 124 mm. Se necessario, tale misura può essere superiore, tuttavia mai inferiore. Nell’area di installazione possono essere integrati tutti i sistemi d’installazione disponibili sul mercato.

Struttura e impiego della parete divisoria Optivis-Tec EI 60 e EI 90, D = 240 mm:

Installazioni

Materiale

Isolamento

Diametro/misure

Sistemi di distribuzione impianti idrosanitari

Optipress Nussbaum acciaio inossidabile

Optiflex Nussbaum

secondo i requisiti tecnici per l’edilizia, ad es. lana minerale 50 mm, Armaflex AF, PIR

in base all’area di installazione

Sistemi di distribuzione riscaldamento

Optipress-Therm Nussbaum

Lana minerale 50 mm

in base all’area di installazione

Sistema di scarico acque reflue

Geberit Silent-db20

secondo i requisiti tecnici per l’edilizia, ad es. tubo isolante Geberit in PE, 4 mm

110 mm

Sistema di scarico acqua piovana

Geberit Silent-db20

secondo i requisiti tecnici per l’edilizia, ad es. Isol Flex Geberit, 17 mm

90 mm

Componenti elettrici

Condutture montanti: materiale sintetico

Nessuno

in base all’area di installazione

Prese elettriche: materiale sintetico

Ventilazione (aria di scarico bagno)

Tubo spiroidale zincato FE

Nessuno

125 mm

Pezzo di tubo Alu-Flex sul ventilatore

Nessuno

80 mm

Ventilatore con telaio di protezione antincendio K90 (Helios o Trivent)

Rivestimento con pannelli in cartongesso*

GKBI Knauf

Tipo H2 secondo EN 520, 18 mm

max. 200 x 125 cm

GKBI Rigips

Tipo H2, 18 mm, RBI Vario

GKBI Fermacell

Tipo H2, 18 mm, GF-I-W2-C1

GKBI Siniat

Tipo H2, 18 mm, LaGyp

Flocculazione**

Granulato di lana di roccia TEKO-FLOCK/INDI-FLOCK

Az. Indisol

min. 50 kg/m3

Granulato di lana di roccia Flumroc

Ditta Flumroc

min. 70 kg/m3

*

Per realizzare il rivestimento è consentito superare lo spessore minimo dei pannelli (ad esempio due pannelli GKBI da 12.5 mm).

Possono essere utilizzati pannelli in cartongesso di qualità più elevata.

Non è consentito superare le dimensioni massime dei pannelli GKBI di 200 x 125 cm.

**

Lo spessore della flocculazione non può essere inferiore al valore indicato. La Nussbaum raccomanda da ca. 80 a 100 kg/m3.

info-icon

È necessario accertarsi che tutte le intercapedini siano adeguatamente flocculate.

4.1.1.2 Parete divisoria Optivis-Tec 330 mm

EI 60: Certificazione n. 31666

EI 90: Certificazione n. 31298

Requisiti per la parete divisoria:

  • Rivestimento su entrambi i lati (18 mm)

  • Componenti idrosanitari su entrambi i lati

  • Cassette di scarico opposte

  • L’attraversamento può essere aperto sia verso l’alto sia verso il basso

  • Le aperture nel pavimento e nel soffitto sono riempite con granulato di lana di roccia (non consigliabile dal punto di vista dell’isolamento acustico)

  • Altezza = 5 m

  • Larghezza = illimitata

  • Profondità = 330 mm

 img
Parete divisoria Optivis-Tec 330 mm con rivestimento su entrambi i lati.

1, 2, 3

Pannelli GKBI 18 mm (H2)

4

Scatola lavabo sotto muro per Optivis

 img
Vista dettagliata sezione parete divisoria 330 mm.

1

Pannelli GKBI 18 mm (H2; su entrambi i lati)

3

Area di installazione (flocculazione inclusa)

2

Zona di isolamento (flocculazione su entrambi i lati)

4

Pannelli GKBI 18 mm (H2; su entrambi i lati)

La zona di isolamento deve sempre essere di almeno 40 mm.

info-icon

Le condutture singole orizzontali (ad esempio Pex) possono passare anche nella zona di isolamento per evitare la conduttura verticale.

Lo spessore dell’area di installazione dipende dallo spessore della parete. La misura minima dell’area di installazione ammonta a 214 mm. Se necessario, tale misura può essere superiore, tuttavia mai inferiore.

Impiego della parete divisoria Optivis-Tec EI 90, D ≥ 330 mm:

Installazioni

Materiale

Isolamento

Diametro/misure

Sistemi di distribuzione impianti idrosanitari

Optipress Nussbaum acciaio inossidabile

Optiflex Nussbaum

secondo i requisiti tecnici per l’edilizia, ad es. lana minerale < 50 mm oppure Armaflex AF

in base all’area di installazione

Sistemi di distribuzione riscaldamento

Optipress-Therm Nussbaum

Lana minerale < 50 mm

in base all’area di installazione

Sistema di scarico acque reflue

Geberit Silent-db20

secondo i requisiti tecnici per l’edilizia, ad es. tubo isolante Geberit in PE, 4 mm

200 mm

Geberit PE

Sistema di scarico acqua piovana

Geberit Silent-db20

secondo i requisiti tecnici per l’edilizia, ad es. Isol Flex Geberit, 17 mm

160 mm

Geberit PE

Componenti elettrici

Condutture montanti: materiale sintetico

Nessuno

in base all’area di installazione

Prese elettriche: materiale sintetico

Ventilazione (aria di scarico bagno)

Tubo spiroidale zincato FE

Nessuno

200 mm

Pezzo di tubo Alu-Flex sul ventilatore

Nessuno

80 mm

Ventilatore con telaio di protezione antincendio K90 (Helios o Trivent)

Rivestimento con pannelli in cartongesso*

GKBI Knauf

Tipo H2 secondo EN 520, 18 mm

max. 200 x 125 cm

GKBI Rigips

Tipo H2, 18 mm, RBI Vario

GKBI Fermacell

Tipo H2, 18 mm, GF-I-W2-C1

GKBI Siniat

Tipo H2, 18 mm, LaGyp

Flocculazione**

Granulato di lana di roccia TEKO-FLOCK/INDI-FLOCK

Az. Indisol

min. 50 kg/m3

Granulato di lana di roccia Flumroc

Az. Flumroc

min. 70 kg/m3

*

Per realizzare il rivestimento è consentito superare lo spessore minimo dei pannelli (ad esempio due pannelli GKBI da 12.5 mm).

Possono essere utilizzati pannelli in cartongesso di qualità più elevata.

Non è consentito superare le dimensioni massime dei pannelli GKBI di 200 x 125 cm.

**

Lo spessore della flocculazione non può essere inferiore al valore indicato. La Nussbaum raccomanda da ca. 80 a 100 kg/m3.

info-icon

È necessario accertarsi che tutte le intercapedini siano adeguatamente flocculate.

4.1.1.3 Apparecchi opposti nelle pareti divisorie

In caso di soluzioni speciali con apparecchi opposti e aperture nella parete quali, ad esempio, cassette di scarico, scatole sotto muro ecc., tra gli elementi opposti devono essere posati dei pannelli GKBI.

Tra gli elementi deve essere posato un pannello GKBI anche in caso di sfalsamento dell’asse ≤ 40 cm.

 img
Struttura della parete divisoria Optivis-Tec EI 90, D = 330 mm

1

Rivestimento con pannelli GKBI 18 mm (H2; su entrambi i lati)

2

Zona di isolamento (flocculazione), min. 40 mm

3

Pannello GKBI tra gli elementi opposti, fino a ca. 150 mm sopra la piastra di comando

4

Lana di roccia RF1 granulato di lana di roccia TEKO-FLOCK/INDI-FLOCK oppure Flumroc

info-icon

È necessario accertarsi che tutte le intercapedini siano adeguatamente flocculate.

La dimensione dei pannelli in cartongesso tra gli elementi opposti varia in funzione degli elementi integrati:

Altezza

Larghezza

Elemento WC

135 cm

50 cm

Elemento per doccia con scarico a parete

40 cm

50 cm

Elemento con scatola sotto muro

85 cm

50 cm

Elemento con comando orinatoio sotto muro

135 cm

50 cm

Elemento con sifone sotto muro

80 cm

50 cm

info-icon

Se su una parete divisoria vengono installati diversi elementi opposti, tra le coppie di elementi opposti deve sempre essere inserito il pannello in cartongesso più grande.

4.1.2 Protezione antincendio verticale EI 60 ed EI 90 con preparete Optivis-Tec

Le prepareti Optivis-Tec sono state sottoposte a prova di resistenza al fuoco presso l’organo di certificazione SIPIZ (Schweizerisches Institut für Prüfung | Inspektion | Zertifizierung) conformemente a EN 1363-1 e a EN 1364-1 – e hanno raggiunto una resistenza al fuoco EI 60 risp. EI 90.

Le strutture con una resistenza al fuoco di EI 60 risp. EI 90 soddisfano anche i requisiti per le classi di resistenza al fuoco EI 30.

Una preparete Optivis-Tec a tutta altezza o con superficie d’appoggio fissata a una parete posteriore resistente al fuoco non deve soddisfare alcun requisito di protezione antincendio orizzontale.

Sistema di parete per installazioni di impianti idrosanitari

Altezza

Larghezza

Profondità

Protezione antincendio verticale

Preparete Optivis-Tec

5 m

illimitata

150 mm

EI 60-RF1

Preparete Optivis-Tec

5 m

illimitata

220 mm

EI 90-RF1

4.1.2.1 Preparete Optivis-Tec 150 mm

EI 60: Certificazione n. 31670

Requisiti per la preparete:

  • Rivestimento su un lato (18 mm)

  • Componenti idrosanitari su un lato

  • Fissaggio a una parete posteriore resistente al fuoco

  • L’attraversamento può essere aperto sia verso l’alto sia verso il basso

  • Le aperture nel pavimento e nel soffitto sono riempite con granulato di lana di roccia (non consigliabile dal punto di vista dell’isolamento acustico)

  • Altezza = 5 m

  • Larghezza = illimitata

  • Profondità = 150 mm

Impiego della preparete Optivis-Tec EI 60, D = 150 mm:

Installazioni

Materiale

Isolamento

Diametro/misure

Sistemi di distribuzione impianti idrosanitari

Optipress Nussbaum acciaio inossidabile

Optiflex Nussbaum

secondo i requisiti tecnici per l’edilizia, ad es. lana minerale 50 mm oppure Armaflex AF

in base all’area di installazione

Sistemi di distribuzione riscaldamento

Optipress-Therm Nussbaum

Lana minerale 50 mm

in base all’area di installazione

Sistema di scarico acque reflue

Geberit Silent-db20

secondo i requisiti tecnici per l’edilizia, ad es. tubo isolante Geberit in PE, 4 mm

≤ 92 mm

Sistema di scarico acqua piovana

Geberit Silent-db20

secondo i requisiti tecnici per l’edilizia, ad es. Isol Flex Geberit, 17 mm

90 mm

Componenti elettrici

Condutture montanti: materiale sintetico

Nessuno

in base all’area di installazione

Prese elettriche: materiale sintetico

Ventilazione (aria di scarico bagno)

Tubo spiroidale zincato FE

Nessuno

≤ 92 mm

Pezzo di tubo Alu-Flex sul ventilatore

Nessuno

80 mm

Ventilatore con telaio di protezione antincendio K90 (Helios o Trivent)

Rivestimento con pannelli in cartongesso*

GKBI Knauf

Tipo H2 secondo EN 520, 18 mm

max. 200 x 125 cm

GKBI Rigips

Tipo H2, 18 mm, RBI Vario

GKBI Fermacell

Tipo H2, 18 mm, GF-I-W2-C1

GKBI Siniat

Tipo H2, 18 mm, LaGyp

GKFI Siniat

Tipo H2, 18 mm, LaFlamm

Flocculazione**

Granulato di lana di roccia TEKO-FLOCK/INDI-FLOCK

Az. Indisol

min. 50 kg/m3

Granulato di lana di roccia Flumroc

Az. Flumroc

min. 70 kg/m3

*

Per realizzare il rivestimento è consentito superare lo spessore minimo dei pannelli (ad esempio due pannelli GKBI da 12.5 mm).

Possono essere utilizzati pannelli in cartongesso di qualità più elevata.

Non è consentito superare le dimensioni massime dei pannelli GKBI di 200 x 125 cm.

**

Lo spessore della flocculazione non può essere inferiore al valore indicato. La Nussbaum raccomanda da ca. 80 a 100 kg/m3.

info-icon

È necessario accertarsi che tutte le intercapedini siano adeguatamente flocculate.

4.1.2.2 Preparete Optivis-Tec 220 mm

EI 90: Certificazione n. 31668

Requisiti per la preparete:

  • Rivestimento su un lato (18 mm)

  • Componenti idrosanitari su un lato

  • Fissaggio a una parete posteriore resistente al fuoco

  • L’attraversamento può essere aperto sia verso l’alto sia verso il basso

  • Le aperture nel pavimento e nel soffitto sono riempite con granulato di lana di roccia (non consigliabile dal punto di vista dell’isolamento acustico)

  • Altezza = 5 m

  • Larghezza = illimitata

  • Profondità = 220 mm

Struttura e impiego della preparete Optivis-Tec EI 90, D = 220 mm:

Installazioni

Materiale

Isolamento

Diametro

Sistemi di distribuzione impianti idrosanitari

Optipress Nussbaum acciaio inossidabile

Optiflex Nussbaum

secondo i requisiti tecnici per l’edilizia, ad es. lana minerale 50 mm oppure Armaflex AF

in base all’area di installazione

Sistemi di distribuzione riscaldamento

Optipress-Therm Nussbaum

Lana minerale 50 mm

in base all’area di installazione

Sistema di scarico acque reflue

Geberit Silent-db20

secondo i requisiti tecnici per l’edilizia, ad es. tubo isolante Geberit in PE, 4 mm

≤ 160 mm

Sistema di scarico acqua piovana

Geberit Silent-db20

secondo i requisiti tecnici per l’edilizia, ad es. Isol Flex Geberit, 17 mm

160 mm

Componenti elettrici

Condutture montanti: materiale sintetico

Nessuno

in base all’area di installazione

Prese elettriche: materiale sintetico

Ventilazione (aria di scarico bagno)

Tubo spiroidale zincato FE

Nessuno

≤ 150 mm

Pezzo di tubo Alu-Flex sul ventilatore

Nessuno

80 mm

Ventilatore con telaio di protezione antincendio K90 (Helios o Trivent)

Rivestimento con pannelli in cartongesso*

GKBI Knauf

Tipo H2 secondo EN 520, 18 mm

max. 200 x 125 cm

GKBI Rigips

Tipo H2, 18 mm, RBI Vario

GKBI Fermacell

Tipo H2, 18 mm, GF-I-W2-C1

GKBI Siniat

Tipo H2, 18 mm, LaGyp

GKFI Siniat

Tipo H2, 18 mm, LaFlamm

Flocculazione**

Granulato di lana di roccia TEKO-FLOCK/INDI-FLOCK

Az. Indisol

min. 50 kg/m3

Granulato di lana di roccia Flumroc

Az. Flumroc

min. 70 kg/m3

*

Per realizzare il rivestimento è consentito superare lo spessore minimo dei pannelli (ad esempio due pannelli GKBI da 12.5 mm).

Possono essere utilizzati pannelli in cartongesso di qualità più elevata.

Non è consentito superare le dimensioni massime dei pannelli GKBI di 200 x 125 cm.

**

Lo spessore della flocculazione non può essere inferiore al valore indicato. La Nussbaum raccomanda da ca. 80 a 100 kg/m3.

info-icon

È necessario accertarsi che tutte le intercapedini siano adeguatamente flocculate.

4.1.3 Dimensioni massime delle zone vuote del sistema d’installazione Optivis-Tec

 img
Dimensioni massime delle zone vuote a seconda dell’interasse verticale.

1

Dimensione della campo con un interasse verticale di 245 mm

2

Dimensione del campo con un interasse verticale di 470 mm

La struttura del sistema portante dipende, a livello pratico, dalla disposizione dei componenti idrosanitari sulla parete. L’interasse dei binari verticali è sempre ≤ 470 mm. Le distanze dei binari orizzontali variano.

Durante un incendio, i binari orizzontali non influiscono sulla stabilità del sistema portante, tuttavia possono impedire o limitare la caduta del materiale di riempimento. Tanto maggiore è la distanza tra i binari verticali scelta, quanto minori devono essere le distanze tra i binari orizzontali per limitare le dimensioni delle zone «vuote» (prive di installazioni).

In una preparete o una parete divisoria EI 90, la dimensione massima delle zone «vuote» è pari a 1'200 mm x 470 mm. Questa regola non si applica se le zone sono dotate di condutture, elementi a incasso o pannellature in legno.

Se gli interassi verticali sono inferiori a 470 mm, la distanza massima dei binari orizzontali può essere stabilita in modo proporzionale. Con una larghezza di 245 mm, l’interasse orizzontale massimo è pari a ca. 3'000 mm.

In caso di prepareti o pareti divisorie Optivis-Tec con spessore a partire da 240 mm ed EI 60, questa regola per i binari orizzontali viene meno poiché la resistenza al fuoco viene assicurata dal rivestimento.

4.1.4 Ulteriori elementi a incasso

4.1.4.1 Scatola lavabo sotto muro per Optivis
 img
Scatola lavabo sotto muro per Optivis (70015.21)

La scatola lavabo sotto muro ha raggiunto, nell’ambito delle prove, la stessa durata di resistenza al fuoco (EI 60 ed EI 90) delle pareti divisorie Optivis-Tec da 330 mm e 240 mm. L’installazione della scatola lavabo sotto muro non compromette pertanto la resistenza al fuoco della parete divisoria.

L’incavo per la scatola lavabo sotto muro costituisce al contempo l’apertura testata più grande (280 x 210 mm).

Oltre ai componenti idrosanitari omologati è consentito utilizzare anche componenti di dimensioni inferiori oppure componenti in cui solo una delle dimensioni seguenti sia maggiore del 15 %:

  • Volume dei componenti idrosanitari incassati

    oppure

  • Area dell’apertura nel rivestimento

Per l’installazione di una scatola lavabo sotto muro in una parete divisoria Optivis da 240 mm sussistono i seguenti requisiti:

  • Parete divisoria Optivis-Tec da 240 mm con rivestimento su entrambi i lati (18 mm)

  • Scatola lavabo sotto muro incassata su un lato

 img
Incasso nella parete divisoria Optivis-Tec da 240 mm su un lato

1

Passaggio per la scatola lavabo sotto muro Lar x Alt

Per l’installazione di una scatola lavabo sotto muro in una parete divisoria Optivis da 330 mm sussistono i seguenti requisiti:

  • Parete divisoria Optivis-Tec da 330 mm con rivestimento su entrambi i lati (18 mm)

  • Scatole lavabo sotto muro opposte incassate su entrambi i lati

  • Scatole lavabo sotto muro separate da un pannello in cartongesso

 img
Incasso nella parete divisoria Optivis-Tec da 330 mm su entrambi i lati

1

Passaggio per la scatola lavabo sotto muro Lar × Alt

2

Pannello GKBI 850 × 500 mm

La perizia dello SIPIZ vale solo per l’incasso della scatola lavabo sotto muro nelle pareti Optivis-Tec.

Per l’installazione in sistemi di altri produttori, lo SIPIZ ha formulato una valutazione relativa alla protezione antincendio tecnica e una perizia individuale, in base alla quale la scatola lavabo sotto muro della Nussbaum può essere installata nelle pareti idrosanitarie di altri produttori, senza che ciò comporti un peggioramento della classe di resistenza al fuoco della rispettiva parete idrosanitaria. Tuttavia, ciò vale esclusivamente per le pareti idrosanitarie con le seguenti caratteristiche:

  • La struttura della parete idrosanitaria corrisponde alla struttura delle pareti Optivis-Tec.

  • La durata di resistenza al fuoco della parete idrosanitaria ammonta a max. 90 minuti.

  • Lo spessore del riempimento delle intercapedini tra la scatola lavabo sotto muro e il rivestimento opposto ammonta ad almeno 73 mm.

  • In caso di installazione di scatole lavabo sotto muro su entrambi i lati, tra le scatole vanno incassati pannelli in cartongesso (18 mm) ai sensi delle norme SN EN 520 e DIN 18180.

  • I pannelli in cartongesso hanno una larghezza pari alla distanza dei supporti tra i quali è posizionata la scatola lavabo sotto muro e un’altezza che va dal pavimento fino a 150 mm al di sopra del bordo superiore della scatola lavabo sotto muro.

  • La scatola lavabo sotto muro è fissata a destra e a sinistra con staffe angolari metalliche ai supporti verticali del sistema di parete.

In tutti gli altri casi è possibile fornire queste informazioni alle autorità di protezione antincendio per ricevere una valutazione individuale.

Compra ora

4.1.4.2 Inserti in legno

Per il fissaggio di accessori (ad esempio portasciugamani, maniglie per vasca) o di carichi pesanti, nelle pareti divisorie Optivis-Tec vengono posizionati degli inserti in legno.

Dal punto di vista della protezione antincendio tecnica sono ammessi i seguenti pannelli in legno:

 img
Optivis-Tec-Pannello multistrato in legno (71089).

Il pannello multistrato in legno può essere utilizzato se al massimo il 10 % della superficie murale complessiva viene realizzato con il pannello multistrato.

La superficie di un pannello è pari a ca. 0.142 m2.

 img
Optivis-Tec-Pannello di fibre (71090) RF1.

Se si prevede il fissaggio di pannelli in legno su più del 10 % della superficie murale complessiva si può impiegare il pannello di fibre RF1. Quest’ultimo può essere utilizzato anche quale complemento dei pannelli multistrato in legno.

Compra ora

4.1.4.3 Nicchie

Per armadietti a specchio o guardaroba vengono realizzate nicchie nelle pareti divisorie Optivis-Tec. Con i binari Optivis-Tec è possibile realizzare le sottostrutture necessarie.

 img
Nicchia rivestita con pannelli GKBI.
  • In una parete divisoria Optivis-Tec da 330 mm possono essere inserite nicchie opposte su entrambi i lati.

  • In una parete divisoria Optivis-Tec da 240 mm possono essere inserite nicchie su un lato.

  • Le nicchie vengono completamente rivestite con pannelli GKBI.

 img
Nicchie realizzate su entrambi i lati nella parete divisoria da 330 mm.

H

max. 730 mm

L

max. 1'500 mm

P

max. 105 mm

L’intercapedine tra due nicchie può essere flocculata o riempita con pannelli in lana di roccia.

L’inserimento di nicchie non compromette la resistenza al fuoco della parete divisoria.

Il risultato può essere applicato anche a una parete dello spessore di 240 mm con nicchia su un lato poiché la riduzione dello spessore della parete è pari a 135 mm, costituendo pertanto una struttura piuttosto robusta dal punto di vista della protezione antincendio tecnica.

 img
Nicchia realizzata su un lato nella preparete da 240 mm

4.2 Sistemi di distribuzione Nussbaum con tubi in acciaio e acciaio inossidabile

4.2.1 Classificazione secondo l’AICAA

I tubi in metallo e i fitting dell’assortimento Nussbaum sono conformi ai requisiti dell’AICAA per quanto riguarda la reazione al fuoco delle tubazioni nei fabbricati, 👉 Requisiti di reazione al fuoco per le tubazioni della tecnica del fabbricato.

Materiale principale

Gruppo di reazione al fuoco

Indice di combustibilità

Optipress-Aquaplus

Optipress-Tubo 1.4401/1.4404

(81080)

Acciaio inossidabile 1.4401/1.4404

RF1

6.3

Optipress-Tubo 1.4520

(81081)

Acciaio inossidabile 1.4520

Optipress-Tubo 1.4521

(81082)

Acciaio inossidabile 1.4521

Optipress-Therm

Optipress-Therm-Tubo

(55080)

Acciaio 1.0034 zincato esternamente

RF1

6.3

Optipress-Gaz

Optipress-Tubo 1.4401/1.4404

(81080)

Acciaio inossidabile 1.4401/1.4404

RF1

6.3

Optifitt-Serra

Optifitt-Serra-Tubo

(90035)

Bronzo CC499K

RF1

6.3

Optifitt-Press

Pressfitting per tubi in acciaio a pareti spesse

Acciaio zincato/nichelato / bronzo CC246E

RF1

6.3

Reazione al fuoco e indici di combustibilità dei sistemi di distribuzione Nussbaum con tubi in acciaio e acciaio inossidabile.

RF1

=

nessuna reazione al fuoco, 👉 Gruppi di reazione al fuoco

(IC) 6.3

=

non combustibile / ridotta densità di fumo, 👉 Indice di combustibilità (IC)

I sistemi di condutture della Nussbaum possono essere utilizzati senza alcuna limitazione in tutte le situazioni costruttive.

Compra ora

4.2.2 Attraversamenti di pareti e soffitti con apertura

Con i sistemi di condutture in metallo della Nussbaum è possibile realizzare, tramite aperture in pareti e soffitti massicci, attraversamenti dei tubi resistenti al fuoco, 👉 Passaggi e attraversamenti di linee.

  • Le coibentazioni per tubi e manicotti di protezione possono essere realizzate con materiali del gruppo di reazione al fuoco AICAA RF3. Possono essere utilizzati anche materiali da costruzione con comportamento critico (cr). Questi devono tuttavia essere coperti su tutti i lati con un manicotto di protezione RF1.

  • In corrispondenza dell’attraversamento di parti della costruzione formanti compartimenti tagliafuoco, l’isolamento del passaggio realizzato con materiali da costruzione riconosciuti dall’AICAA deve garantire la resistenza al fuoco. In questa zona e nelle vie di fuga verticali sono ammessi esclusivamente materiali isolanti non combustibili rientranti nel gruppo di reazione al fuoco RF1 dell’AICAA, ad esempio Regisol Paroc Hvac Section grezzo.

  • L’apertura va riempita con materiali RF1 e sigillata. Materiali indicati a tal fine sono, ad esempio, gesso, malta RF1, lana minerale o cemento.

Requisiti posti alla lana minerale:

Densità apparente

≥ 40 kg/m3

Punto di fusione

≥ 1'000 °C

 img
Attraversamento di soffitti con tubi in metallo RN.

1

Tubo in metallo RN con medio non combustibile

2

Isolamento termico

3

Isolamento dell’attraversamento del tubo realizzato con materiali isolanti del gruppo RF1 dell’AICAA (min. 1'000 mm)

4

Apertura chiusa con materiale da costruzione RF1 (malta, gesso, cemento, lana minerale)

5

Parte della costruzione formante un compartimento tagliafuoco

4.2.3 Attraversamenti di pareti e soffitti con perforazione

Con i sistemi di condutture in metallo della Nussbaum è possibile realizzare, tramite perforazione di pareti e soffitti massicci, attraversamenti dei tubi resistenti al fuoco, 👉 Passaggi e attraversamenti di linee.

  • Le coibentazioni per tubi e manicotti di protezione possono essere realizzate con materiali del gruppo di reazione al fuoco AICAA RF3. Possono essere utilizzati anche materiali da costruzione con comportamento critico (cr). Questi devono tuttavia essere coperti su tutti i lati con un manicotto di protezione RF1.

  • In corrispondenza dell’attraversamento di parti della costruzione formanti compartimenti tagliafuoco, l’isolamento del passaggio realizzato con materiali da costruzione riconosciuti dall’AICAA deve garantire la resistenza al fuoco. In questa zona e nelle vie di fuga verticali sono ammessi esclusivamente materiali isolanti non combustibili rientranti nel gruppo di reazione al fuoco RF1 dell’AICAA, ad esempio Regisol Paroc Hvac Section grezzo.

  • La fessura del foro va spatolata con materiali RF1 e sigillata. Materiali indicati a tal fine sono, ad esempio, gesso, malta RF1 o cemento.

 img
Attraversamento di soffitti con tubi in metallo RN

1

Tubo in metallo RN con mezzo non combustibile

2

Isolamento termico

3

Isolamento dell’attraversamento del tubo realizzato con materiali isolanti del gruppo RF1 dell’AICAA

4

Parte della costruzione formante un compartimento tagliafuoco

5

Fessura del foro chiusa con materiale da costruzione RF1 (malta, gesso, cemento)

4.3 Sistemi di distribuzione Nussbaum con tubi in materiale sintetico

4.3.1 Classificazione secondo l’AICAA

I sistemi di distribuzione della Nussbaum con tubi in materiale sintetico richiedono il rispetto delle prescrizioni di protezione antincendio.

Materiale principale

Gruppo di reazione al fuoco

Indice di combustibilità

Flessibili, con guaina di protezione

Optiflex-Tubo PE-RT flessibile (87120)

PE-RT

Tubo: RF3

Guaina di protezione: RF3

Tubo: 4.2

Guaina di protezione: 4.2

Optiflex-Tubo PE-Xc flessibile (87130)

PE-Xc

Optiflex-Tubo PB flessibile, in rotoli (87140)

PB

Flessibili, senza guaina di protezione

Optiflex-Tubo PE-RT flessibile (87120)

PE-RT

Tubo: RF3

Tubo: 4.2

Optiflex-Tubo PE-Xc flessibile, in rotoli (87133)

PE-Xc

Optiflex-Tubo PB flessibile, in rotoli (87143)

PB

Optiflex-Tubo PB flessibile, in stanghe (87147)

PB

Multistabili, in guaina di protezione

Optiflex-Flowpress-Tubo multistabile, in rotoli (87150)

PE-Xc

Tubo: RF2

Guaina di protezione: RF3

Tubo: 5.2

Guaina di protezione: 4.2

Multistabili, senza guaina di protezione

Optiflex-Flowpress-Tubo multistabile, in rotoli (87153)

PE-Xc

Tubo: RF2

Tubo: 5.2

Optiflex-Flowpress-Tubo multistabile, in stanghe, con rinforzo di alluminio (87157)

PE-Xc

Preisolati

Optiflex-Tubo PE-Xc flessibile, in rotoli (87135)

PE-Xc

Tubo: RF3

Guaina di protezione: RF3

Isolamento: RF2

Tubo: 4.2

Guaina di protezione: 4.2

Optiflex-Flowpress-Tubo multistabile, in rotoli (87155)

PE-Xc

Tubo: RF2

Guaina di protezione: RF3

Isolamento: RF2

Tubo: 5.2

Guaina di protezione: 4.2

Reazione al fuoco e indici di combustibilità dei sistemi di distribuzione Nussbaum con tubi in materiale sintetico.

RF2

=

reazione minima al fuoco

👉 Gruppi di reazione al fuoco

RF3

=

reazione al fuoco ammessa

(IC) 4.2

=

mediamente combustibile / media densità di fumo

👉 Indice di combustibilità (IC)

(IC) 5.2

=

difficilmente combustibile / media densità di fumo

Per gli attraversamenti in soffitti o pareti formanti compartimenti tagliafuoco deve essere garantita la sigillatura antincendio attraverso l’apertura o il foro.

A partire da un diametro esterno di 50 mm, in base alla direttiva AICAA devono essere impiegati sistemi di compartimentazione riconosciuti dall’AICAA come, ad esempio, manicotti antincendio.

Compra ora

4.3.2 Attraversamenti di pareti e soffitti con apertura

Con i sistemi di condutture in materiale sintetico della Nussbaum con diametro esterno ≤ 50 mm è possibile realizzare, tramite aperture in pareti e soffitti massicci, attraversamenti dei tubi resistenti al fuoco, 👉 Passaggi e attraversamenti di linee.

  • In corrispondenza dell’attraversamento di parti della costruzione formanti compartimenti tagliafuoco, l’isolamento del passaggio realizzato con materiali da costruzione riconosciuti dall’AICAA deve garantire la resistenza al fuoco. In questa zona e nelle vie di fuga verticali sono ammessi esclusivamente materiali isolanti non combustibili rientranti nel gruppo di reazione al fuoco RF1 dell’AICAA, ad esempio Regisol Paroc Hvac Section grezzo.

  • L’apertura va riempita con materiali RF1 e sigillata. Materiali indicati a tal fine sono, ad esempio, gesso, malta RF1, lana minerale o cemento.

Requisiti posti alla lana minerale:

Densità apparente

≥ 40 kg/m3

Punto di fusione

≥ 1'000 °C

 img
Attraversamento di soffitti con Optiflex della RN

1

Tubo Optiflex della RN con guaina di protezione

2

Isolamento termico

3

Guaina di protezione

4

Tubo Optiflex della RN senza guaina di protezione

5

Apertura chiusa con materiale da costruzione RF1 (malta, gesso, cemento, lana minerale)

6

Isolamento dell’attraversamento del tubo realizzato con materiali isolanti del gruppo RF1 dell’AICAA

7

Parte della costruzione formante un compartimento tagliafuoco

4.3.3 Attraversamenti di pareti e soffitti con perforazione

Con i sistemi di condutture in materiale sintetico della Nussbaum con diametro esterno ≤ 50 mm è possibile realizzare, tramite perforazione di pareti e soffitti massicci, attraversamenti dei tubi resistenti al fuoco, 👉 Passaggi e attraversamenti di linee.

  • In corrispondenza dell’attraversamento di parti della costruzione formanti compartimenti tagliafuoco, l’isolamento del passaggio realizzato con materiali da costruzione riconosciuti dall’AICAA deve garantire la resistenza al fuoco. In questa zona e nelle vie di fuga verticali sono ammessi esclusivamente materiali isolanti non combustibili rientranti nel gruppo di reazione al fuoco RF1 dell’AICAA, ad esempio Regisol Paroc Hvac Section grezzo.

  • La fessura del foro va spatolata con materiali RF1 e sigillata. Materiali indicati a tal fine sono, ad esempio, gesso, malta RF1 o cemento.

 img
Attraversamento di soffitti con Optiflex della RN

1

Tubo Optiflex della RN senza guaina di protezione

2

Isolamento termico

3

Tubo Optiflex della RN con guaina di protezione

4

Guaina di protezione

5

Parte della costruzione formante un compartimento tagliafuoco

6

Fessura del foro chiusa con materiale da costruzione RF1 (malta, gesso, cemento)

7

Isolamento dell’attraversamento del tubo realizzato con materiali isolanti del gruppo RF1 dell’AICAA

4.4 Classificazione relativa alla protezione antincendio tecnica della rubinetteria Nussbaum

La rubinetteria dell’assortimento Optiarmatur della Nussbaum soddisfa i requisiti dell’AICAA.

Gruppo di reazione al fuoco = RF1

Indice di combustibilità = 6.3

La gamma Optiarmatur della Nussbaum può essere utilizzata in tutte le situazioni costruttive senza alcuna limitazione dal punto di vista della protezione antincendio tecnica.