Top
Online-Shop Registrazione rapida

299.1.026 / V3

4 Campi d’impiego di Optipress-Therm

4.1 Campi d’impiego di Optipress-Therm

Optipress-Therm offre una soluzione economicamente conveniente grazie alle diverse possibilità di combinazione per numerose applicazioni in funzione della resistenza.

Per l’utilizzo dei componenti di sistema Optipress-Therm della Nussbaum è necessario osservare le avvertenze e le limitazioni specifiche illustrate nei seguenti capitoli. In generale valgono le avvertenze seguenti:

  • Quando si utilizzano componenti di sistema della Nussbaum bisogna verificare l’idoneità di tutti i componenti.

  • In caso di impiego di sostanze pericolose è necessario rispettare le prescrizioni di sicurezza vigenti.

  • Per campi d’impiego che, a causa di influssi ambientali, richiedono livelli più elevati di resistenza alla corrosione è necessario accertare preventivamente l’idoneità di Optipress-Therm oppure prevedere adeguate misure di protezione.

  • Se il prodotto deve resistere a medi particolari o a influssi esterni non indicati si può richiedere alla Nussbaum una prova dell’idoneità – si veda a tale riguardo il modulo al link www.nussbaum.ch/richiesta-resistenza-materiali.

4.1.1 Riscaldamento

Valori limite e materiali

Temperatura max.

[°C]

130

Materiale del fitting

Acciaio 1.0308 zincato

Elemento di tenuta

EPDM

Materiale del tubo

Acciaio 1.0034 zincato esternamente

Avvertenze e limitazioni

I componenti di sistema Optipress-Therm possono essere utilizzati esclusivamente in circuiti chiusi.

Utilizzo dei componenti di sistema Optipress-Therm negli impianti di riscaldamento

4.1.2 Condutture di teleriscaldamento

Valori limite e materiali

Temperatura max.

[°C]

130

Pressione max.

[kPa] (bar)

1'600 (16)

Medio

Miscela di glicole etilenico o propilenico e acqua*

Materiale del fitting

Acciaio 1.0308 zincato

Elemento di tenuta

EPDM

Materiale del tubo

Acciaio 1.0034 zincato esternamente

Utilizzo dei componenti di sistema Optipress-Therm nelle condutture di teleriscaldamento

* 👉 Liquidi termovettori e refrigeranti omologati.

4.1.3 Acque trattate

Valori limite e materiali

Temperatura max.

[°C]

130

Medio

Acqua addolcita, parzialmente demineralizzata (decarbonizzata), completamente demineralizzata, deionizzata, osmotizzata e distillata

Materiale del fitting

Acciaio 1.0308 zincato

Elemento di tenuta

EPDM

Materiale del tubo

Acciaio 1.0034 zincato esternamente

Avvertenze e limitazioni

I componenti di sistema Optipress-Therm possono essere utilizzati esclusivamente in circuiti chiusi.

Utilizzo dei componenti di sistema Optipress-Therm negli impianti di acque ulteriormente trattate

4.1.4 Impianti solari

Valori limite e materiali

Temperatura per breve tempo fino a max.

[°C]

180

Medio

Miscela di glicole etilenico o propilenico e acqua*

Materiale del fitting

Acciaio 1.0308 zincato

Elemento di tenuta

EPDM

Materiale del tubo

Acciaio 1.0034 zincato esternamente

Avvertenze e limitazioni

Per motivi legati alla corrosione, l’utilizzo dei componenti Optipress-Therm per impianti solari è consigliato solo in ambienti interni.

Utilizzo dei componenti di sistema Optipress-Therm negli impianti solari

* 👉 Liquidi termovettori e refrigeranti omologati.

4.1.5 Circuiti di raffreddamento e refrigerazione

Il circuito di refrigerazione è un circuito secondario che trasporta il freddo dalla macchina frigorifera (circuito di refrigerazione) all’utenza del freddo. Il circuito di refrigerazione viene impiegato in grandi impianti frigoriferi con numerose ramificazioni e, in senso lato, può essere definito come installazione dell’impiantistica domestica. Il medio, ossia il refrigerante secondario, viene trasportato nel circuito di refrigerazione. Il circuito viene fatto funzionare nel campo di pressione da 1.5 a 4.0 bar. Genera temperature da -15 a +60 °C.

Valori limite e materiali

Temperatura

[°C]

-25 … +130

Pressione max.

[kPa] (bar)

1'600 (16)

Medio

Miscela di glicole etilenico o propilenico e acqua*

Materiale del fitting

Acciaio 1.0308 zincato

Elemento di tenuta

EPDM

Materiale del tubo

Acciaio 1.0034 zincato esternamente

Utilizzo dei componenti di sistema Optipress-Therm nei circuiti di raffreddamento e refrigerazione

* 👉 Liquidi termovettori e refrigeranti omologati.

4.1.6 Impianti ad aria compressa

Valori limite e materiali

Dimensioni

[mm]

Ø 15 … 54 

Pressione max.

[kPa] (bar)

1'600 (16)

Medio

Aria compressa secca (l’umidità condensata nell’impianto può causare corrosione)

Materiale del fitting

Acciaio 1.0308 zincato

Elemento di tenuta

  • EPDM per classe di aria compressa da 1 a 4 (concentrazione di olio ≤ 5 mg/m³)

  • HNBR per classi di aria compressa 5 e superiori (concentrazione di olio > 5 mg/m³)

Materiale del tubo

Acciaio 1.0034 zincato esternamente

Utilizzo dei componenti di sistema Optipress-Therm negli impianti ad aria compressa Ø 15-54 mm

Valori limite e materiali

Dimensioni

[mm]

Ø 64 … 108 

Pressione max.

[kPa] (bar)

1'000 (10)

Medio

Aria compressa secca (l’umidità condensata nell’impianto può causare corrosione)

Materiale del fitting

Acciaio 1.0308 zincato

Elemento di tenuta

  • EPDM per classe di aria compressa da 1 a 4 (concentrazione di olio ≤ 5 mg/m³)

  • HNBR per classi di aria compressa 5 e superiori (concentrazione di olio > 5 mg/m³)

Materiale del tubo

Acciaio 1.0034 zincato esternamente

Utilizzo dei componenti di sistema Optipress-Therm negli impianti ad aria compressa Ø 64-108 mm

4.1.7 Vuoto

Valori limite e materiali

Pressione max. (Pabs)

[kPa] (mbar)

20 (200)

Medio

Vuoto basso

Materiale del fitting

Acciaio 1.0308 zincato

Elemento di tenuta

EPDM

Materiale del tubo

Acciaio 1.0034 zincato esternamente

Utilizzo dei componenti di sistema Optipress-Therm per il vuoto

4.1.8 Azoto (N2)

Valori limite e materiali

Temperatura min.

[°C]

-15

Pressione

[kPa] (bar)

1'600 (16)

Medio

Azoto (N2), in forma gassosa

Materiale del fitting

Acciaio 1.0308 zincato

Elemento di tenuta

EPDM

Materiale del tubo

Acciaio 1.0034 zincato esternamente

Utilizzo dei componenti di sistema Optipress-Therm per azoto (N2)

4.2 Avvertenze e limitazioni relative al campo d’impiego di Optipress-Therm

Per tutti gli impieghi speciali del sistema Optipress-Therm nonché per l’utilizzo della rubinetteria di sistemi è necessario consultare la Nussbaum per accertare l’idoneità dei componenti.

Avvertenze per evitare danni agli impianti:

Campo d’impiego

Avvertenze e limitazioni

Impianti di riscaldamento

L’ossigeno introdotto durante il riempimento dell’impianto non causa danni da corrosione. Un contenuto di ossigeno > 0.1 g/m³ aumenta la probabilità di corrosione.

Per il riempimento e l’alimentazione dell’impianto va montato a monte un filtro fine per impedire l’ingresso di particelle estranee (ruggine, sabbia ecc.) nell’impianto idraulico. Nell’impianto non devono essere utilizzati tubi in materiale sintetico o tubi flessibili permeabili all’ossigeno.

Miscela di etilene o propilene e acqua

I fitting zincati internamente non rappresentano generalmente alcun problema per gli impianti con liquidi vettori costituiti da miscele di etilene o propilene. A seconda dell’applicazione può essere consigliabile installare un separatore di fanghi.

Tubi zincati internamente

L’utilizzo di tubi zincati internamente in circuiti chiusi andrebbe sostanzialmente evitato.

Contatto con materiali da costruzione e materiali isolanti umidi

Utilizzo in ambiente umido

Le superfici esterne di un impianto di tubazioni all’interno di edifici non vengono generalmente a contatto con medi corrosivi liquidi. Una corrosione esterna dei componenti di sistema Optipress-Therm può quindi verificarsi soltanto in caso di contatto prolungato con medi corrosivi presenti accidentalmente.

Questi medi corrosivi accidentali possono essere ad esempio:

  • Precipitazioni piovose infiltrate

  • Umidità nella muratura o nel bettoncino

  • Acqua di condensa

  • Perdite d’acqua, schizzi d’acqua o acqua per la pulizia

I componenti di sistema Optipress-Therm non devono essere posati in locali o ambienti costantemente umidi.

👉 Protezione contro la corrosione esterna

Acqua di condensa (raggiungimento del punto di rugiada)

Gli impianti Optipress vanno protetti dall’acqua di condensa. L’acqua di condensa si forma quando la temperatura superficiale di un componente raggiunge il punto di rugiada. Tale fenomeno è possibile soprattutto nei circuiti o nelle condutture di raffreddamento.

Esempio: A una temperatura ambiente di 20 °C e con un’umidità dell’aria del 75 %, il punto di rugiada si attesta a 15.44 °C (temperatura superficiale).

Zone esposte al pericolo di gelo

Nelle zone esposte al pericolo di gelo, gli impianti devono essere protetti contro il congelamento.

Per il riempimento dei circuiti di riscaldamento, raffreddamento e refrigerazione, degli impianti solari e a vapore è necessario osservare la direttiva SITC BT102-01.

Avvertenze e limitazioni relative al campo d’impiego di Optipress-Therm

4.3 Liquidi termovettori e refrigeranti omologati

Per Optipress-Therm sono omologati i seguenti liquidi termovettori e refrigeranti:

Denominazione (medio di base)

Impiego

Antifrogen® N (glicole monoetilenico)

Medio antigelo e anticorrosivo per impianti di raffreddamento e a pompa di calore nonché di riscaldamento di acqua calda, liquido rilevatore di perdite

Antifrogen® L (glicole propilenico)

Settore alimentare e dei generi voluttuari, medio antigelo e anticorrosivo per impianti di raffreddamento, solari e a pompa di calore, prodotto antincendio

Antifrogen® SOL HT (glicoli altobollenti)

Per impianti solari con elevata capacità termica, con protezione antigelo e anticorrosione

Pekasol® L (glicole propilenico)

Sistemi di riscaldamento e raffreddamento, pompe di calore, impianti sprinkler, refrigerazione di derrate alimentari

Pekasol® L (glicole propilenico)

Collettori piani e tubolari sottovuoto e relative combinazioni con impianti di riscaldamento

Glykolsol® N (glicole monoetilenico)

Pompe di calore, sonde geotermiche, impianti di climatizzazione, impianti di recupero del calore, sistemi di riscaldamento e raffreddamento

Tyfocor® L (glicole propilenico)

Impianti di riscaldamento e raffreddamento, impianti solari e a pompa di calore

Per impianti solari con elevata capacità termica

Liquidi termovettori e refrigeranti omologati

Le proprietà e i campi d’impiego dei singoli medi sono consultabili sulle rispettive schede tecniche del prodotto.

4.4 Campi d’impiego non adatti per Optipress-Therm

Optipress-Therm non è adatto per i seguenti campi d’impiego:

Campo d’impiego

Avvertenze

Acqua potabile

Optipress-Therm non è omologato per gli impianti di acqua potabile.

Circuiti aperti

Optipress-Therm non è adatto per i circuiti aperti poiché potrebbe verificarsi un afflusso di ossigeno eccessivo e, quindi, non ammesso.

Circuito di refrigerazione

Il termine «circuito di refrigerazione» indica collettivamente tutti i componenti facenti parte di una macchina frigorifera come compressori, pompe, tubazioni, scambiatori di calore e valvole che vengono attraversati dal refrigerante. In senso stretto, il circuito di refrigerazione corrisponde alla circolazione del refrigerante in una macchina frigorifera.

Optipress-Therm non può essere impiegato in combinazione con circuiti di refrigerazione. Per tale campo d’impiego si utilizzano soprattutto condutture in rame collegate tramite brasatura. Vengono a crearsi condizioni d’esercizio (temperatura, pressione) fortemente divergenti da quelle presenti nelle normali installazioni. Per ulteriori informazioni sull’impiego nei circuiti termorefrigeranti: 👉 Liquidi termovettori e refrigeranti omologati.

Campi d’impiego non adatti per Optipress-Therm