Fonderia di bronzo


La fonderia di bronzo è uno degli impianti più moderni al mondo nel suo genere. L’azienda Nussbaum investe costantemente nei propri impianti per mantenerli al passo coi tempi – e assicurare una qualità elevata.

La lega colata alla Nussbaum è formata essenzialmente da rame. Si tratta di una lega rame-stagno-zinco che ha una grande affinità con l’ossigeno: più rapidamente il metallo liquido viene trasportato nel forno di fusione mediante un apposito contenitore, migliore è la qualità della colata.

A tutela della propria sicurezza, i dipendenti indossano indumenti protettivi ignifughi e caschi dotati di scudi termici che li proteggono dalle emissioni del metallo rovente con temperature che raggiungono i 1'200 °C.

Da sempre, la sabbia riveste un ruolo centrale nella fusione di una lega di rame con la quale si ottiene un componente. In passato, i dipendenti realizzavano manualmente i modelli nelle «staffe di formatura», producendo da 200 a 300 forme al giorno. Oggi, con la formatura meccanica, si raggiungono 100-120 forme all’ora.

Grazie alle nuove tecnologie, il grado di automazione nella fonderia è cresciuto negli anni, fino ad arrivare all’80-90%. Se una volta l’«uomo che lavorava al crogiolo» era denominato fonditore, oggi le figure che operano in fonderia si chiamano tecnologo di fonderia, formatore e costruttore tecnico di modelli. Ancora oggi sono comunque le persone – e non i robot – a controllare visivamente i punti difettosi dei pezzi fusi.